Hill of the dolomite mountains near the Auronzo di Cadore with little buildings near the edge

A spasso tra le montagne del Cadore, alla scoperta dei luoghi natii del pittore Tiziano

Condividi articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter

Tiziano nasce qui, tra queste montagne meravigliose. E l’artista con la sua fantasia, le sue pennellate accese, ha messo più volte a fuoco la bellezza dei paesaggi del Cadore, luogo meraviglioso che gli hanno dato i natali. Qui nel Cadore continua a esserci, per fortuna, un turismo non di massa. L’aspra montagna, la genuinità della gente, la bontà del cibo. E allora qui arrivano i professionisti dello sci di fondo per allenarsi ma anche gli appassionati di lunghe passeggiate nella neve, per raggiungere a piedi i rifugi più suggestivi. Le camminate a piedi: uno dei motivi che porta tanti appassionati a scegliere questi posti suggestivi. 75 chilometri di sentieri, per chi ha voglia di vivere avventure da non dimenticare. La patria del grande artista rinascimentale (1490-1576) è uno spettacolo di fienili e aziende agricole sostenibili. La montagna, bella e difficile, non è certo Disneyland. Devi amarla, devi conoscerne i pericoli, devi essere preparato e non certo uno sprovveduto. La montagna va conquistata. Ma intanto per i turisti le opportunità dell’esperienza a contatto con la natura ci sono tutte: a piedi, in bici, o con ciaspole e sci di inverno. Il Cadore è per tutti, il Cadore ti aspetta.

Potrebbe interessarti